La storia

L' azienda nasce nel 1954, fondata da nostro nonno Vincenzo Procida, persona che ha dedicato tutta la sua vita alla cura del suo allevamento.

Le origini

Le origini

Nel 1998 i suoi nipoti Tony e Walter accumunati dalla stessa passione del nonno decidono, con grandissimi sacrifici, di portare avanti ciò che il nonno aveva abbandonato a causa dell' età.

Così nasce l' allevamento bufalino Podere S. Vincenzo.

In pochissimo tempo i fratelli Tony e Walter Procida sono riusciti a far diventare il loro allevamento il top in italia.


Primo d'Italia per Produzione e Morfologia

Primo d'Italia per Produzione e Morfologia

Per raggiungere questi risultati ci sono voluti enormi sacrifici, a partire dallo staff tecnico fondamentale per conseguire questi prestigiosi traguardi e dall' innovazione per cercare di curare il benessere animale in tutti i suoi aspetti.

L'alimentazione curata dal Prof. Corrado Pacelli, docente all'università di Potenza, presidente dell' ordine dei medici veterinari di Napoli.

La dieta viene bilanciata in base al fabbisogno dell' animale curando anche i più piccoli dettagli, così come la fertilità. Per il 50 % dell' azienda questa è proveniente dalla fecondazione artificiale con il miglior seme ed i migliori tori indicizzati.

Il veterinario di stalla è il dottor Dionisio Del Grosso, il quale vanta un' esperienza trentennale nel comparto bufalino. Gli alimenti vengono analizzati mensilmente, prestando attenzione alle aflatossine, diossine e tutto ciò che può provcare del male agli animali e quindi all' unomo.


La cura dei minimi particolari ci ha premiati più volte

La cura dei minimi particolari ci ha premiati più volte

Nell' anno 2008 siamo stati il primo allevamento d' Italia per produzione e morfologia con una produzione di

2888 Ql media aziendale

grasso 8.81 %

proteine 4.76 %.

Ma le conferme della qualità del nostro allevamento non tardano a mancare, infatti l'anno dopo ci vengono riconosciuti ancora maggiori meriti.

Nell' anno 2009 ci siamo confermati al primo posto con traguardi forse mai raggiunti con una produzione di:

3022 Ql media aziendale

grasso 8,95 %

proteine 4.77 %

piazzando i nostri animali in prima posizione in tutte le categorie.


Certificazioni

Certificazioni

Ma non sono solo i premi per le posizioni in classificha che ci danno soddisfazioni, le certificazioni sono il punto di forza del nostro lavoro.

L' azienda è certificata per la qualità e la tracciabilità. Vengono effettuati controlli serratissimi ogni giorno affinchè l' allevamento resti sempre il migliore Allevamento Bufalino Italiano!.

Oltre alla vendita del latte bufalino, l'azienda alleva manze e tori da riproduzione, tutti valutati dall' anasb (associazione nazionale specie bufalina).

Tutti gli animali venduti sono figli delle campionesse italiane con una media al primo parto di 3500 Ql ed i torelli sono punteggiati dai massimi esperti del settore, oltre ad essere geneticamente testati.

L' allevamente è da sempre indenne da T.B.C., Brucellosi, Leucosi.


Gratificazioni

Gratificazioni

Nell' anno 2010 siamo stati premiati confermandoci al primo posto con una produzione di:

3128 Ql media aziendale

grasso 8,31 %

proteine 4.52 %

piazzando i nostri animali in prima posizione in tutte le categorie.

Nei primi mesi del 2012 il Dott. Angelo Coletta direttore dall' Associazione Nazionale Allevatori Specie Bufaline, descrive i nostri meriti in una lettera in cui mensiona alcuni dei nostri pregi:

"Una della attività cardine del sistema selettivo è la valutazione morfofunzionale nonchè la formazione e l'aggiornamento continuo dei tecnici che operano in campo. La vostra azienda è stata individuata dal CCE quale valida struttura per perseguire il fine sopra indicato."

E poi ancora: "Il ringraziamento che intendiamo farvi è intriso di apprezzamento per la qualità dell'allevamento e per le doti umane di grande valore da voi espresse."


Eccellenze

Eccellenze

Ancora una volta i nostri sacrifici ci hanno premiato e come per gli anni precedenti il 2011 ci ha visti primi in classfica per la qualità e quantità della produzione:

3159 Ql media aziendale

grasso 8,85 %

proteine 4.78 %

piazzando i nostri animali in prima posizione in tutte le categorie.

La nostra dedizione non ci smentisce, ed i risultati continuano ad arrivare anche nel 2012

Ancora una volta il 2013 ci ha visti primi in classfica per la qualità e quantità della produzione:

3270 Ql media aziendale

grasso 7,60 %

proteine 4.88 %

piazzando i nostri animali in prima posizione in tutte le categorie.

Anno dopo anno ci confermiamo sempre al TOP e così nel 2013 i risultati ci confermano primi


Coerenza

Coerenza

Ancora una volta il 2013 ci ha visti primi in classfica per la qualità e quantità della produzione:

3155 Ql media aziendale

grasso 8,56 %

proteine 4.80 %

piazzando i nostri animali in prima posizione in tutte le categorie.

A distanza di ben sette anni la nostra leadership è ancora incontrastata e per l'ennesimo anno siamo orgogliosi dei nostri piazziamenti!

Per il settimo anno consecutivo anche nel 2014 siamo primi in classfica per la qualità e quantità della produzione:

3528 Ql media aziendale

grasso 7,96 %

proteine 4.66 %

piazzando i nostri animali in prima posizione in tutte le categorie.

Siamo valutati ogni anno dal migliore ente di ricerca e valutazione del territorio. Un parere che ci rende fieri dei risultati ottenuti ogni anno, dove, nonostante la concorrenza, riusciamo grazie alla nostra cura a risultare sempre premiati per i nostri sforzi!

anasb

Il Libro Genealogico della specie bufalina fu istituito con Decreto Ministeriale il 23 Giugno 1980 e, nonostante l’ANASB fosse già stata istituita (1979) e riconosciuta nel 1994 dal Ministero delle Politiche Agricole e Forestali, fu tenuto presso l’AIA fino al 2000. E’ infatti in tale anno che il MiPAF, con D.M. 20154 del 11 Febbraio 2000 ha affidato la gestione del Libro direttamente all’ANASB. Nello stesso anno un altro decreto (D.M. 201992 del 5 Luglio 2000) riconosceva la bufala iscritta al L.G. appartenente ad una propria razza: la “Mediterranea Italiana”.

Per consultare le classifiche è possibile navigare sul sito ufficiale AIA (Associazione Italiana Allevatori) e scegliere la graduatoria di merito degli allevatori